Il Mondo Militare si evolve, seguiamo tutti i cambiamenti...

Finanziaria, 4 monete per una patata, contratto militari da dimenicare

Contratto: ripartono le trattative, cosa aspettarsi dai prossimi incontri

Lettura
1 min

Il Dipartimento della Funzione Pubblica del Consiglio dei Ministri riapre i tavoli tecnici convocando tutte le sigle sindacali per inizio luglio 2024.

Dopo la sospensione degli incontri, con gli ultimi avvenuti a maggio, e dovuti anche alle elezioni europee di inizio giugno, con una comunicazione inviata a tutte le sigle sindacali rappresentative dei comparti Sicurezza e Difesa, il Governo riapre il confronto sul rinnovo dei contratti con gli incontri previsti per i tavoli tecnici.

I vari incontri saranno svolti come i precedenti,  con tavoli divisi in tre sedute differenti per ogni comparto. Quindi il giorno 3 luglio al mattino, tavolo tecnico per i sindacati rappresentativi per le forze di polizia ad ordinamento militare; sempre il 3 luglio al pomeriggio tavolo tecnico per i sindacati delle Forze Armate; giorno 4 luglio al mattino, tavolo tecnico per i sindacati del Comparto Sicurezza (forze di polizia a ordinamento civile).

Ricordiamo che gli ultimi incontri si conclusero con la richiesta al Governo, da parte dei Sindacati, di impiegare tutte le risorse disponibili sui fondamentali stipendiali e di ricercare altri fondi per il rinnovo di contratto perché quelli stanziati erano insufficienti.

Leggi anche:  Federazione Sindacati Aeronautica: contratto, i soldi sottratti agli stipendi

Perciò al termine dei prossimi incontri vedremo cosa ci sarà di nuovo rispetto alle precedenti sedute e se le richieste dei sindacati militari e di polizia saranno accolte oppure disattese, in questo caso si creerebbe una rottura tra Governo e Sindacati in quanto le APCSM dei carabinieri hanno già dichiarato lo stato di agitazione sindacale.

Il presente post non rappresenta una notizia ufficiale. I link presenti in articolo rappresentano la fonte delle informazioni che hanno ispirato questo testo. Se avete correzioni, suggerimenti o richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari

Resta aggiornato, seguici sul Telegram