fbpx
Guerra di Corea anni 50

Guerra di Corea, restituiti i resti di 55 militari Americani

Rispettato l’impegno di Kim preso con il Presidente Trump.

La Guerra di Corea, ha rappresentato una parentesi storica Americana degli anni 50; oggi vede un prologo con la restituzione dei resti di 55 militari morti durante il conflitto.

Il rimpatrio di questi resti fa parte dell’impegno che Kim Jong-un stesso ha negoziato con Donald Trump al suo storico summit a giugno, a Singapore.

Pubblichiamo un estratto dell’articolo la cui completezza può essere letta seguendo il link indicato a fine pagina.

I resti dei militari americani morti nel corso della Guerra di Corea, sono stati trasportati da un aereo della Air Force della US Army da Wonsan città costiera della Corea del Nord; fino alla base militare degli Stati Uniti ad Osan, a circa 70 chilometri a sud di Seoul.

Leggi anche:  Il Ministro Trenta in Brasile per l'export italiano

Diverse scatole di legno, coperte con la bandiera delle Nazioni Unite, sono stati rimosse per essere ispezionate a conferma se si tratti di soldati statunitensi dispersi in azione o di prigionieri di guerra.

L’accordo tra il Presidente USA Trump e Kim Jong-un prevede il rimpatrio di tutti i militari identificati. Però il numero non è ancora stato specificato, Durante la guerra furono circa 5.300 persone che morirono sul suolo nord coreano.

Fonte: reportdifesa.it

 

Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari