fbpx
Militare missione afganistan e iraq

Missioni Afganistan e Iraq: programmato il rientro dei militari

Previsto il rientro di 100 militari italiani dall’Afghanistan e 50 dall’Iraq per potenziare il Niger.

Le missioni di Afganistan e Iraq vedono ridimensionare il numero di militari. Da quanto riportato da diversi giornali online, è previsto un rientro consistente di uomini in divisa.

Proponiamo un estratto del seguente articolo la cui completezza può essere letta seguendo il link indicato a fine pagina.

Ritiro graduale dei militari italiani da Iraq e Afghanistan a partire dalla fine di ottobre. Nel decreto missioni che il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, porterà nei prossimi giorni al Consiglio Dei Ministri per l’approvazione c’è una parte relativa al rientro delle truppe dalle due missioni internazionali:

Leggi anche:  Elezioni europee 2019, diritto di voto per i Militari all'estero

100 uomini torneranno a casa dall’Afghanistan al completamento del processo elettorale, quindi “entro il 31 ottobre”, mentre altri 50 lasceranno la missione Praesidum alla diga di Mosul, in Iraq; resasi necessaria per proteggere la struttura dall’avanzata dello Stato Islamico nel Paese, per lavorare a “una chiusura completa della missione nel primo trimestre del 2019”.

È un cambio di passo importante, hanno spiegato fonti della Difesa, in linea con i nuovi interessi strategici del Paese. Non a caso, allo stesso tempo, il ministro recentemente è riuscito a sbloccare la missione in Niger, una missione per noi fondamentale al fine di controllare i flussi migratori verso l’Italia”.

Leggi l’articolo completo sul sito: ilfattoquotidiano.it

Leggi anche:  Militari in Ausiliaria a sostegno di Comuni e Regioni

fonte immagine: pixabay.com

Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari