Il Mondo Militare si evolve, seguiamo tutti i cambiamenti...

geopolitica nato russia

Quando la Strategia Militare è una questione di aritmetica di base

Lettura
2 min

Un interessante articolo di politico.eu mette in evidenza i giusti motivi per cui la Finlandia e la Svezia hanno deciso bene di aderire alla NATO. Il concetto alla base, non per il momento attuale, ma per le future iniziative che la Russia di Putin potrebbe realizzare.

Proponiamo il seguente articolo la cui completezza può essere letta seguendo il link indicato a fine pagina.

Il presidente russo Vladimir Putin ha recentemente minacciato di stazionare nuovamente le truppe vicino al confine con la Finlandia. Si tratta di un duro colpo di sciabola, considerando che il confine è lungo più di 1.300 chilometri. E la Finlandia, ovviamente, ora gode della protezione dei suoi alleati della NATO, il che significa che è improbabile che la minaccia di Putin causi preoccupazioni esistenziali.

Ma questo tentativo di intimidazione non avrà successo anche per un altro motivo cruciale: la Russia non ha abbastanza soldati.

Leggi anche:  Iran e Israele pronti alla Guerra

“In generale abbiamo avuto rapporti ideali con la Finlandia. Semplicemente perfetto. Non avevamo una sola pretesa l’uno contro l’altro, soprattutto territoriale, per non parlare di altre aree. Non avevamo nemmeno truppe; abbiamo rimosso tutte le truppe da lì, dal confine russo-finlandese”, si è lamentato Putin in un’intervista con l’agenzia di stampa statale RIA il mese scorso. Nonostante ciò, la Finlandia aderì alla NATO. “Così hanno deciso. Ma non avevamo truppe lì, ora le avremo”, ha aggiunto.

La denuncia di Putin era molto simile a quella di un partner prepotente o violento che afferma che tutto andava bene finché l’altra persona non si è rivolta alla polizia o se n’è andata. In effetti, ci si chiede se i principali occupanti del Cremlino abbiano mai considerato l’effetto che le loro parole e azioni hanno sugli altri paesi, dato che è stata, ovviamente, la belligeranza della Russia a spingere la Finlandia a richiedere l’adesione alla NATO.

Leggi anche:  Ucraina: Cento giorni di Guerra, rischiamo ancora la Terza Guerra Mondiale?

Ma il problema di minacciare costantemente gli altri è che richiede risorse considerevoli. Se la Russia vuole intimidire la Finlandia annunciando che vendicherà l’adesione del paese alla NATO con truppe al confine, deve avere molte truppe a sua disposizione. E la Russia semplicemente non lo fa.

“I russi non avranno le risorse per costruire infrastrutture, produrre nuove armi pesanti e reclutare un numero considerevole di forze al nostro confine prima del 2030”, ha affermato il maggiore generale in pensione Pekka Toveri, ex capo dell’intelligence militare finlandese e recentemente eletto membro del Consiglio. Il Parlamento finlandese, mi ha detto.

[…]

Ciò, tuttavia, solleva ancora la questione da dove verranno questi soldati e quanto saranno bravi. Non sorprende che – nonostante Wagner ed ex detenuti – abbiano cominciato a circolare voci secondo cui il Cremlino sta pianificando un altro ciclo di mobilitazione.

Mentre le forze armate russe lottano con i compiti più basilari, i politici finlandesi possono permettersi di non essere allarmati dalle minacce di Putin – per ora. Ma il rischio di un’aggressione russa persisterà perché sembra improbabile che la Russia possa cambiare radicalmente nel prossimo futuro. I problemi di reclutamento militare di un avversario sono semplicemente fortuna, e la nostra fortuna non durerà. Ecco perché la Finlandia e la Svezia hanno fatto bene ad aderire alla NATO.

Leggi anche:  Terza Guerra Mondiale, un ipotesi trapelata da documenti segreti Tedeschi

Ma questa volta Putin ha esagerato con la potente forza militare russa e ha sottovalutato la capacità dei politici occidentali di comprendere l’aritmetica di base.

Continua la lettura da questo link: https://www.politico.eu/article/vladimir-putin-russia-miscalculated-on-finland-border/

Il presente post non rappresenta una notizia ufficiale. I link presenti in articolo rappresentano la fonte delle informazioni che hanno ispirato questo post. Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari

Resta aggiornato, seguici sul Telegram