fbpx
Euro rinnovo contratti emolumenti statali

Rinnovo contratto dipendenti pubblici, Comparto Difesa e Sicurezza

Il Governo stanzia 5,4 miliardi, in media 85€ netti in busta paga.

Nulla è ancora definito, sicuramente parte di questi fondi sono legati anche alla legge di bilancio che è in discussione al governo. Certo che se tutto alla fine fosse confermato, con grande sorpresa i dipendenti pubblici vedrebbero un rinnovo di contratto per la parte economica già ad inizio del 2020.

Ma come si realizza questo rinnovo?

Il sito Money.it da risalto alla notizia con ben due articoli, ciò significa che qualcosa di fondato esiste e potrebbe realmente concretizzarsi a breve.

Le cifre stanziate, da quanto riporta money, sono pari a 5,4 miliardi di euro per soddisfare l’esigenza di rinnovo per tutti i dipendenti pubblici e personale delle Forze Armate e di Polizia.

Leggi anche:  Il COISP si attiva per far rispettare la concessione dei permessi brevi

Una delle novità, a differenza del precedente rinnovo, che le cifre in busta paga saranno tassate meno, pare al 10%, e quindi ciò che veramente si vedrà sarà un aumento netto medio di 85€.

Per il personale del Comparto Difesa e Sicurezza, che sono già interessati ad un nuovo riordino delle carriere, con promozioni di grado già ad inizio anno 2020, significherà anche aumento del parametro stipendiale; il rinnovo di contratto potrebbe rivelarsi non misero, ma accettabile.

Le prossime settimane, che prevede un periodo di intense attività parlamentari, potremmo avere maggiori conferme sia per il rinnovo del contratto che per l’approvazione del decreto legge per i correttivi al riordino delle carriere.

Leggi anche:  NoiPA: Pubblicate le date di emissione per il mese di Luglio 2018

Il presente post non rappresenta una notizia ufficiale. Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari