covid 19

Covid nelle basi militari, arriva la denuncia della FP CISL di Bari.

La base del 36° Stormo di Gioia del Colle risulta coinvolta da una larga diffusione del contagio da virus Covid-19.

Pare che il personale particolarmente colpito siano Ufficiali in posizione di comando. Si teme per la sicurezza dei lavoratori dell’aeroporto di Gioia del Colle, tanto che la FP Cisl di Bari ha reso noto un comunicato stampa di denuncia invitando le autorità competenti ad un controllo sul caso.

Il comunicato apparso sul sito Gioia.net definisce particolarmente grave la situazione riportando punti importanti delle carenze riscontrate:

Lavoratrici e lavoratori, civili e militari, dichiara Francesco CAPODIFERRO, Segretario Generale della Cisl Fp di Bari, sono “obbligati” ad operare in ambienti e in condizioni di massimo rischio contagio in quanto abbiamo riscontrato diverse “disattenzioni” proprio nel rispetto delle indicazioni contenute nei protocolli sottoscritti con le parti sociali e di quelle contenute nelle disposizioni ministeriali:

– scarsa pulizia giornaliera dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago;

– nessuna sanificazione periodica dei medesimi ambienti;

– nessun monitoraggio a campione tra il personale dipendente;

– scarsa sorveglianza sanitaria da parte del medico competente, che essendo in una posizione di subordine ai livelli di Comando, si limita ad esercitare un ruolo marginale rispetto a quello proprio che le norme e le responsabilità gli riconoscono;

– nessuna disponibilità a consentire forme flessibili di lavoro, seppur a rotazione, che consentano al personale dipendente di operare in condizioni di maggiore sicurezza.

Approfondisci l’argomento seguendo questo link: http://www.gioianet.it/cronaca/19598-gioia-del-colle-focolaio-covid-tra-i-militari-del-36d-stormo.html

Leggi anche:  La casa costa il doppio con mutui in valuta estera

Il presente post non rappresenta una notizia ufficiale. Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari

Resta aggiornato, seguici sul Telegram