Esercito, aeronautica, spese militari

Riduzione spesa militare a un punto percentuale

Una riduzione che potrebbe creare difficoltà in ambito Nato.

La spesa militare per i paesi del patto atlantico è da tempo considerata importante. Tanto importante che a luglio del 2018 il presidente Trump invitava tutti i membri Nato ad un incremento degli investimenti per la difesa.

Proponiamo un estratto del seguente articolo la cui completezza può essere letta seguendo il link indicato a fine pagina.

L’impegno assunto nel vertice della Nato del Galles del settembre 2014 di spendere per la difesa entro il 2024 il 2% del Pil; e, al suo interno, il 20% per gli equipaggiamenti disatteso dai Governi Renzi, Gentiloni. Adesso Conte, ma con una differenza: i primi due hanno cercato di incrementare il bilancio della Difesa, seppure a livello di centesimi di punto; l’attuale compagine ha deciso di ridurlo già da quest’anno e ancora di più nei prossimi.

Leggi anche:  Lo stipendio di un volontario VFP dell'Esercito Italiano

A questo si deve poi aggiungere l’evidente disinteresse per ogni reale miglioramento dell’efficienza dello strumento militare attraverso la riduzione della quota destinata al personale che attualmente assorbe il 73% delle spese per la funzione difesa del Bilancio del Ministero, dopo essere stata nello scorso decennio intorno al 65%. Questo era, d’altra parte, uno degli obiettivi della riforma proposta dal Libro Bianco del 2015, che è ormai abbandonata.

Il criterio della quota di Pil come parametro per misurare le capacità militari di un Paese è sicuramente grossolano, ma è il più semplice e, comunque, è quello che abbiamo concordato in sede Nato. Quando si arriva a metà strada e si è molto in ritardo sul resto del gruppo, è difficile sostenere che le regole sono sbagliate e vanno cambiate.

Leggi anche:  Difesa, i Militari lasciati senza documento identificativo

approfondisci l’argomento su affarinternazionali.it

Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma [tu] hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Politica della Privacy