fbpx
Soldato con fucile in spalla

Pensioni Militari, aliquote di rendimento

Si applicano quelle indicate dall’articolo 54 del DPR 1092/1973, ma non per tutti.

Le aliquote di rendimento per le pensioni dei militari arruolati dal 1980 al 1995 sono relative all’articolo 54 del DPR numero 1092 del 1973. L’origine della discussione che ha poi portato a dar ragione all’interpretazione dell’INPS nasce da una sentenza della Corte dei Conti della regione Calabria.

Proponiamo un estratto del seguente articolo la cui completezza può essere letta seguendo il link indicato a fine pagina.

A chiudere la questione sorta dopo la pronuncia della Corte dei Conti della Regione Calabria; con la quale è stato accolto il ricorso presentato da un Maresciallo della Guardia di Finanza che ha ottenuto il ricalcolo della pensione secondo regole più vantaggiose. Ci ha pensato il sottosegretario del Mise, Dario Galli, il quale rispondendo ad un’interrogazione della Commissione Lavoro del Senato ha confermato l’interpretazione che l’Inps dà dell’articolo 54 del DPR 1092/1973.

Leggi anche:  Pensioni dei Militari, no al blocco contratti

Cosa dice l’art. 54:

Ricordiamo a tal proposito che l’articolo 54 di questo decreto “attribuisce per il solo personale militare un regime pensionistico più favorevole rispetto a quello disciplinato per il personale civile all’articolo 44, prevedendo che la pensione spettante al militare che abbia maturato almeno 15 anni e non più di 20 sia pari al 44 per cento della base pensionabile”.

Completa la lettura dell’argomento su forzeitaliane.it

Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari