Il Mondo Militare si evolve, seguiamo tutti i cambiamenti...

Governo Italiano

Il Governo approva il Decreto dei Distacchi Sindacali per le APCSM

Lettura
1 min

Il Governo con la seduta del Consiglio dei Ministri nr. 80 del 6 maggio 2024, approva in esame preliminare il decreto recanti le disposizioni urgenti in materia di associazioni professionali a carattere sindacale fra militari. 

Ovvero, in seguito alle disposizioni che hanno abrogato l’istituto delle rappresentanze militari, il nuovo Decreto prevede delle norme che sono volte a garantire la partecipazione delle APCSM alle procedure negoziali in attesa della prima contrattazione nell’ambito della quale sarà determinato il contingente dei distacchi e dei permessi.

A quanto riportato dalla bozza del Decreto, resa nota dal sito difesamagazine.com,  previsto un distacco per ogni 4000 unità di personale e 1 ora di permesso sindacale per ogni due unità di personale. Il decreto entrerà in vigore il giorno successivo alla pubblicazione dulla Gazzetta Ufficiale.

Leggi anche:  Sindacati Militari, aspra critica contro L'onorevole Corda

Lo stesso Decreto riporterà anche delle variazioni che andranno ad allineare i termini dei trienni di contrattazione a quelli già previsti per la Polizia di Stato e la Polizia penitenziaria.

Inoltre, interviene anche sulle soglie previste per il requisito della rappresentatività a livello nazionale, con una riduzione della percentuale di iscritti sulla forza effettiva complessiva della Forza armata o della Forza di polizia a ordinamento militare di riferimento al 2 per cento per il triennio negoziale 2022/2024 e al 3 per cento per quello 2025/2027.

Il presente post non rappresenta una notizia ufficiale. I link presenti in articolo rappresentano la fonte delle informazioni che hanno ispirato questo post. Se avete correzioni, suggerimenti o richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari

Leggi anche:  NSC-Sindacato Carabinieri, tra loro si chiamano cugini di giubba

Resta aggiornato, seguici sul Telegram