fbpx

Contributi Pensione

Inps, prescrizione contributi dipendenti pubblici

Emanata nuova circolare.

La data per la prescrizione dei contributi dei dipendenti pubblici è fissata per il 2020. Nel corso di questi anni abbiamo visto diverse proroghe sulla data di scadenza, ogni nuova scadenza comunicata dall’inps con una circolare.

L’Istituto di Previdenza Sociale il 6 settembre scorso ha emanato una nuova circolare, in cui si parla nuovamente della prescrizione dei contributi. La comunicazione numero 122 mette nuovamente in evidenza alcuni doveri dei datori di lavoro per la regolarizzazione dei contributi, così come previsto dalle precedenti circolari e evidenzia che la data è stata spostata al 31 dicembre del 2021 per alcuni iscritti.

Leggi anche:  Missioni di pace ONU valide per la Pensione

Sintesi del documento:

Con la circolare n. 117 dell’11 dicembre 2018 è stato differito al 1° gennaio 2020 il termine dal quale, secondo le indicazioni fornite con la circolare n. 169 del 15 novembre 2017, si pone a carico dei datori di lavoro iscritti alle casse pensionistiche della Gestione pubblica l’onere del trattamento di quiescenza spettante per i periodi di servizio utili ai fini della prestazione non assistiti dal corrispondente versamento di contribuzione, da calcolarsi sulla base dei criteri di computo della rendita vitalizia di cui all’articolo 13 della legge 12 agosto 1962, n. 1338. Per i dipendenti iscritti alla CPI, secondo le indicazioni della citata circolare n. 169/2017, l’utilità dei periodi prescritti e non coperti da contribuzione è subordinata al pagamento dell’onere della rendita vitalizia.

Le pubbliche amministrazioni per le quali, come chiarito in precedenza, si applica la sospensione legale dei termini introdotta dall’articolo 19 del decreto-legge n. 4/2019, potranno regolarizzare la contribuzione dovuta alle casse pensionistiche della Gestione pubblica, compresa la CPI, entro il termine del 31 dicembre 2021, per i periodi retributivi fino al 31 dicembre 2014 e, entro i termini di prescrizione quinquennale, per i periodi retributivi che decorrono dal 1° gennaio 2015.

Per i datori di lavoro diversi dalle pubbliche amministrazioni continua a trovare applicazione il termine di decorrenza della circolare n. 169/2017, prorogato al 1° gennaio 2020 dalla circolare n. 117/2018.

Per maggiori dettagli si invita la lettura integrale della circolare sul sito INPS.

Leggi anche:  Circolare: Il CUSE informa sui contributi del personale delle Forze Armate

Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari