fbpx
Forze di Polizia

Riordino Carriere: Via libera ai correttivi per Forze di Polizia e Vigili del Fuoco

I decreti del 6 luglio sono attesi ora alle Commissioni Parlamentari per l’acquisizione dei relativi pareri.

Via libera per i correttivi relativi al Riordino delle carriere delle Forze di Polizia e Vigili del Fuoco, i decreti per le deleghe sono realtà.

Prendendo spunto da un articolo di cui si propone un estratto e la cui versione completa può essere letta cliccando sul link a fine pagina.

I due provvedimenti, siglati il 6 luglio saranno ora trasmessi alle Commissioni Parlamentari di Camera e Senato per l’acquisizione dei relativi pareri. L’attuazione definitiva dovrebbe giungere non prima della fine del 2018 stante la necessità di individuare alcune coperture economiche all’interno della prossima legge di bilancio per il 2019.

Leggi anche:  Governo: La delega sulla revisione correttiva dei ruoli delle carriere delle FP e VF

Cosa prevedono i due provvedimenti

Per quanto riguarda le forze di polizia,  il decreto apporta alcuni correttivi voluti per superare le criticità emerse nella prima fase di applicazione del riordino.

Vengono così dettagliati alcuni meccanismi relativi alle decorrenze giuridiche del riordino, e si introducono modifiche all’ordinamento e concernenti le singole componenti delle Forze di polizia.

Non sono state accolte quelle modifiche chieste da parte dei sindacati di polizia; ovvero quelle volte all’equiparazione del trattamento economico con quello previsto dalle altre Amministrazioni del Comparto Sicurezza e Difesa.

Più consistenti le modifiche per i vigili del fuoco: il decreto contiene il passaggio a vigile coordinatore a 12 anni di servizio rispetto ai 15; la riduzione delle qualifiche da vigile; il passaggio della figura del capo reparto a ruolo aperto; l’istituzione del ruolo direttivo speciale per il personale di concetto sia per l’area tecnica sia per l’area tecnica amministrativa e tecnica informatica; l’istituzione del ruolo tecnico per il personale medico, ginnico, orchestrale e tecnico-amministrativo e tecnico-informatico (ex SATI).

Continua la lettura su: pensionioggi.it

Leggi anche:  Vigili del Fuoco, da NoiPA arretrati e data esigibilità