Il Mondo Militare si evolve, seguiamo tutti i cambiamenti...

USAMI Aeronautica

Sindacati Militari: USAMI Aeronautica certifica la rappresentatività

Lettura
3 min

Come prestabilito dal Ministero della Difesa a fine anno 2023, marzo diventa il mese simbolo per le certificazioni di rappresentatività a livello nazionale dei Sindacati Militari, USAMI Aeronautica diventa Sindacato Nazionale.

Riceviamo e proponiamo il seguente articolo la cui completezza può essere letta seguendo il link indicato a fine pagina.

USAMI Aeronautica firma la rappresentatività

1800 grazie a tutti gli iscritti

Il 18 marzo 2024 abbiamo firmato e certificato la Rappresentatività della nostra associazionePRESENTE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE ED ESTERO, L’UNICO SINDACATO MILITARE CHE IN SOLI 8 MESI HA RAGGIUNTO 1800 ISCRITTI, grazie alla tua fiducia siamo diventati il Sindacato Militare di riferimento e il nostro sito www.usami-aeronautica.it viene visitato giornalmente da migliaia di militari.

Gli obiettivi raggiunti, gli interventi fatti, i servizi erogati, le strategie che finora abbiamo messo in campo sono frutto dei tredici punti scritti dai Fondatori nella nostra Carta Costituente e l’impegno più assorbente in questi primi 8 mesi di lavoro è stato inteso a ristabilire l’equità e la pari dignità persa negli ultimi 30 anni.

Siamo intervenuti a 360 gradi su tutti i settori della vita militare, FLESSIBILITÀ, LICENZE, LEGGE 104, PARITÀ DI TRATTAMENTO NEI TRASFERIMENTI, ALLOGGI, TRATTAMENTO DI MISSIONE, TRATTAMENTO ECONOMICO E PENSIONISTICO, TUTELA SANITARIA, E, NON ULTIMO PER IMPORTANZA, L’USO ABUSIVO DEL C.F.I. che sta sempre più alimentando malcontenti e frammentazione tra il personale.

Leggi anche:  La riforma della Difesa e il rinnovo del Contratto dei Militari

Una particolare attenzione è stata rivolta alla DIFESA DELLA DIGNITÀ E DEI DIRITTI DEL RUOLO DEI VOLONTARI, in moltissime realtà ancora trattati alla stregua di militari di leva, a solo titolo di esempio: pagamento illegittimo del CFG, uso abusivo della rintracciabilità, inaccettabili penalizzazioni nel trattamento economico, nella gestione delle licenze dei permessi, mancanza di tutela della vita privata etc. Tutti argomenti oggetto di intervento sindacale in difesa di quei militari iscritti che costituiscono il futuro dell’Arma Azzurra.

Nell’ultimo incontro con il Ministro della Difesa, riportando le sue parole abbiamo affrontato il problema della mancanza di “appeal” per i giovani da parte delle FF.AA. Con le attuali condizioni discriminatorie, è chiaro che i giovani italiani preferiscono fare altro, continuando così, in assenza di ricambio generazionale, si condanna a morte l’Aeronautica Militare e le Forze Armate Italiane.

Nei prossimi cinque anni l’Arma Azzurra vivrà una crisi demografica senza precedenti, che si sommerà ad una situazione di sofferenza già esistente da numerosi anni. Per ora la Forza Armata ha solamente saputo rispondere con il mantra “sarete sempre di meno e dovrete fare sempre di più” ma con uno stipendio sempre più eroso dall’inflazione, l’inaccettabile regressione nei diritti fondamentali e sempre più vecchi!

Leggi anche:  UILPA Incontra il Ministro Bonafe

Ci aspetta un quinquennio in cui migliaia di militari dovranno decidere se attendere il limite di età oppure congedarsi con il minimo contributivo, una scelta già da qualche anno condizionata dalle mortificazioni “riservate” al personale anziano che decide di andarsene, anche pagando un caro prezzo in termini pensionistici.

La Forza Armata ormai è caratterizzata da una grande confusione dei ruoli dove tutti fanno tutto, a prescindere dal grado, con le note conseguenze sul piano della disparità sul trattamento economico.

Detta senza mezzi termini è finita l’era dei proclami, il personale contrattualizzato ha bisogno di fatti concreti, c’è necessità immediata di iniziare a ridistribuire equamente le risorse economiche tra i diversi ruoli assicurando dignità economica e professionale alle categorie che hanno pagato in modo esclusivo le riforme e i tagli delle risorse economiche.

Numerose sono ancora le sfide da affrontare con la Politica e all’interno della Forza Armata, non ultima la sicurezza del lavoro dove i sindacati a breve entreranno a pieno titolo.

Un profondo sentimento di riconoscenza è doveroso verso tutti coloro che si sono impegnati per il nostro sindacato sacrificando il proprio tempo libero e gli impegni familiari, Fondatori, membri del Consiglio Direttivo Nazionale, Segretari Nazionali dei comparti, Dirigenti e Referenti Territoriali, UN PROFONDO RINGRAZIAMENTOsiamo una squadra formata da elementi eccezionali, sono fiero di farne parte, meritate la massima stima.

Leggi anche:  Sindacati Militari, a che punto è la Rappresentatività?

In questi 8 mesi abbiamo creato numerosissime unità territoriali su tutto il territorio, rappresentiamo le donne e gli uomini della Forza Armata, siamo proiettati a diventare entro il 2024 il primo sindacato di forza armata.

Il riconoscimento della rappresentatività è solo il nostro nuovo punto di partenza a breve avremo il Primo Congresso Nazionale di USAMI Aeronautica e sarà il primo storico momento di partecipazione in cui tutti gli iscritti saranno chiamati a determinare il futuro del nostro sindacato.

Concludiamo con un appello a tutti i Sindacati Miliari che hanno superato la soglia della rappresentatività: quarant’anni di rappresentanza hanno disastrato la Forza Armata, ora si fa sul serio, diamo un forte segnale di cambiamento a tutto il personale!

Continua la lettura da questo link: https://www.usami-aeronautica.it/notizie/usami-aeronautica-firma-la-rappresentativit%C3%A0.html

Il presente post non rappresenta una notizia ufficiale. I link presenti in articolo rappresentano la fonte delle informazioni che hanno ispirato questo post. Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari

Resta aggiornato, seguici sul Telegram