fbpx
Motovedetta

Immigrazione, 12 motovedette della capitaneria alla Libia

La Camera approva il decreto delle Motovedette.

L’immigrazione è uno dei punti di maggior attenzione del Governo Lega e 5Stelle, che per arginare il fenomeno dell’immigrazione irregolare attua diverse iniziative.

Tra le varie, c’è anche la concessione al Governo Libico di strumenti che prevengono il fenomeno dell’immigrazione bloccando i flussi dalle coste Libiche.

Proponiamo un estratto del seguente articolo la cui completezza può essere letta seguendo il lnk indicato a fine pagina.

La Camera dei deputati, dopo il Senato, dà il via libera al decreto motovedette con 382 sì. Il provvedimento è legge. I voti contrari sono stati 11, uno astenuto.

Il decreto, si legge su Il Giornale, dispone la cessione di altre 12 unità navali alla Guardia costiera libica da parte dell’Italia per il controllo al traffico di migranti. Si tratta di: 10 unità Cp, classe 500, in dotazione al Corpo delle capitanerie di porto e Guarda costiera;  di due unità navali, classe Corrubia in dotazione alla Guardia di Finanza.

Leggi anche:  Immigrazione, il Ministero degli Interni aggiorna la direttiva

“Con questo decreto il Governo intende aiutare Tripoli a presidiare meglio la propria area di mare Sar; al fine di salvare più vite umane e scoraggiare la partenza dei barconi della morte.

Oltre a chiedere ai Paesi dell’Unione europea di farsi carico in modo solidale del fenomeno migratorio; il Governo e questo Ministero lavorano in modo fattivo per debellare i naufragi di migranti in mezzo al Mediterraneo” si legge nella nota del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che sovrintende alla Guarda cositera.

Per l’attività di addestramento relativa alla cessione delle due unità navali da 27 metri della Guardia di finanza, calcola il Sole 24 Ore, i costi complessivi sono stimati in 400mila euro per l’addestramento dei due equipaggi, composti da 14 unità ciascuno. Per la formazione si prevede un corso, da svolgersi presso la Scuola nautica del Corpo di Gaeta, della durata di tre settimane per 28 frequentatori più due tutor. A ciò si aggiungono i costi di gestione manutentiva stimati in 170mila euro.

Leggi anche:  F-35 e Droni, cosa ne pensa il Ministro della Difesa.

Segue sul sito agi.it

 

Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari