Contributi figurativi servizio militare

Inps, contributi figurativi servizio militare.

Il calcolo e l’accredito contributi servizio militare.

I contributi figurativi relativi al servizio militare possono essere versati all’INPS in modo da renderli utili per il calcolo della pensione. Ci sono alcuni contributi realmente utili e altri invece che non concorrono, di seguito cercheremo di capirne di più.

Proponiamo un estratto del seguente articolo la cui completezza può essere letta seguendo il link indicato a fine pagina.

Qual è il meccanismo alla base del riconoscimento e accredito dei contributi figurativi Inps relativi ai periodi di servizio militare? Andiamo a rispondere prendendo come riferimento la guida dell’Istituto di previdenza. Infatti, si specifica che “i periodi di servizio militare, obbligatorio o volontario, prestato nelle Forze Armate Italiane, compresa l’Arma dei Carabinieri, e quelli a esso equiparati sono utili, a domanda dell’interessato, per determinare il diritto e la misura di tutti i trattamenti pensionistici, esclusi quelli a carattere assistenziale”.

Leggi anche:  Pensione per Militari e Polizia, quando sfruttare le finestre mobili

Tuttavia l’Inps pone delle condizioni fondamentali per avere l’accredito figurativo. Il periodo preso in esame, infatti, dovrà essere scoperto di contribuzione obbligatoria. Inoltre l’accredito dei contributi figurativi non può essere effettuato nel momento in cui il periodo sia stato già ritenuto utile ai fini della concessione della pensione statale o di altro trattamento pensionistico sostitutivo, esclusivo o esonerativo dell’assicurazione generale obbligatoria.

Riconoscimento contributi figurativi Inps servizio militare: chi può richiederlo

Il riconoscimento e l’accredito dei contributi figurativi Inps per il servizio militare può essere richiesto dai lavoratori iscritti nei seguenti fondi.

  • Assicurazione generale obbligatoria dei lavoratori dipendenti;
  • Gestioni speciali dei lavoratori autonomi;
  • Fondi speciali di previdenza gestiti dall’Inps dove previsto dalle relative norme regolamentari;
  • Superstiti dell’assicurato o del pensionato deceduto anche in caso di decesso avvenuto prima del 30 aprile 1969.
Leggi anche:  Pensioni dei Militari, come funziona in Europa

Contributi figurativi Inps servizio militare: quali periodo sono riconosciuti

I periodi per i quali è previsto l’accredito dei contributi figurativi sono i seguenti.

  • Servizio militare obbligatorio o volontario dopo il 30 giugno 1920;
  • Seconda Guerra Mondiale, tra il 10 giugno 1940 e il 15 ottobre 1946.

Va sottolineato che le concessioni per i periodi di licenza con o senza assegni tra l’inizio e la data di congedo del servizio militare sono valide solo se le ragioni sono differenti da quelle di carattere privato.

Approfondisci l’argomento sul sito termometropolitico.it

Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma [tu] hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Politica della Privacy