fbpx
Mani di pensionato

Pensioni dei Militari, come funziona in Europa

Pensioni dei militari e dei poliziotti, nessun privilegio.

Le pensioni dei militari, per molti, possono sembrare ricche di  chissà quali privilegi; pochi sanno che per il personale del comparto difesa e sicurezza è previsto lo stesso trattamento di qualsiasi altro lavoratore.

Precisiamo che l’eventuale forbice favorevole potrebbe esserci solo per i ruoli dirigenziali dei due comparti; cercando di comprendere meglio la questione,  proponiamo un estratto di un articolo la cui completezza può essere letta seguendo il link a fine pagina.

[…]In quasi tutti i paesi occidentali, infatti, il militare ed il poliziotto cessano dal servizio dopo una vita lavorativa decisamente inferiore a quella di ogni altro lavoratore: sia appartenente al comparto pubblico, sia a quello privato.
Lo status, la specificità d’impiego e l’esigenza di dover assicurare un livello operativo degli apparati, necessario per la sicurezza interna e per quella internazionale, si coniugano al riconoscimento che il Paese ha verso coloro che spendono la propria vita al servizio della collettività.
Questi presupposti costituiscono gli elementi che consentono a queste categorie di particolari lavoratori di poter ricevere, a fronte di un servizio reso alla Nazione, un trattamento di quiescenza prima di tutti gli altri lavoratori.[…]

Leggi anche:  Riscatto della Laurea, un simulatore per il calcolo.

Continua la lettura sul sito sicurezzacgs.it

 

Il presente post non rappresenta una notizia ufficiale. Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari