fbpx
Inps

INPS, assenza da visita di controllo domiciliare, valutazioni medico legali

Interessa sia i lavoratori pubblici che privati.

Nel caso in cui il lavoratore si ammala, egli è sotto posto alla visita di controllo da parte dei medici incaricati dall’Inps. La visita di controllo non è sempre automatica e, la stessa può essere richiesta anche dal datore di lavoro.

Cosa succede se il lavoratore non è presente alla visita medica di controllo?

Nel caso in cui il lavoratore risultasse assente alla visita di controllo, egli dovrà produrre i documenti giustificativi del motivo dell’assenza. Gli stessi documenti sono sottoposti a valutazioni medico-legali dall’Istituto di Previdenza Sociale solo se questi hanno pertinenza sanitaria.

La disposizione INPS

Con il messaggio 1270 del 23 marzo 2019, l’INPS ha definito tali concetto ed ha predisposto sul proprio sito un’area dove il datore di lavoro può prendere visione della documentazione giustificativa prodotta dal lavoratore ed anche dei pareri medico legali offerti dalla struttura.

Leggi anche:  INPS: Pensione Militari no al PA04

Tale adempimento da parte dell’INPS, riguarda anche i lavoratori del settore privato non aventi diritto alla tutela previdenziale della malattia da parte dell’Inps, nonché i lavoratori pubblici non rientranti nell’ambito di applicazione della normativa sul Polo unico.

Quindi in caso di assenza del lavoratore alla visita di controllo, l’Istituto non eroga alcuna prestazione previdenziale a tutela della malattia; può solo esprimere un parere medico-legale sulla giustificabilità dell’assenza in occasione dell’accertamento disposto.

Spetta poi al datore di lavoro valutare l’assenza del dipendente sia per motivi sanitari che per altri motivi. Come elemento aggiuntivo, il datore può visionare il documento che il lavoratore ha prodotto a giustificazione della propria assenza.

Leggi anche:  Pensione Militari, Corte dei Conti da ragione a INPS

L’INPS produrrà solo un parere medico-legale in base alla documentazione giustificativa prodotta dal lavoratore, ma solo se è riferita a motivi sanitari. In altri casi si limiterà a rendere disponibile la giustificazione del lavoratore.

La Funzione per il datore di lavoro

Quindi, i datori di lavoro pubblici, accedendo con il proprio PIN dispositivo al Portale Inps e selezionando il servizio “Richiesta Visite Mediche di Controllo (Polo unico VMC)”, è possibile consultare gli esiti delle visite mediche di controllo svolte su richiesta datoriale. Inoltre, le amministrazioni pubbliche rientranti nell’ambito di applicazione della normativa sul Polo unico, di cui al D.lgs n. 75/2017, possono consultare anche gli esiti delle visite mediche di controllo disposte d’ufficio dall’Istituto.

Leggi anche:  INPS, da aprile i tagli sulle pensioni

La stessa funzionalità è messa a disposizione del datore di lavoro del settore privato che, in fase di richiesta di visita medica per i dipendenti non aventi diritto all’indennità di malattia erogata dall’Inps, avesse chiesto la disamina degli atti giustificativi. L’accesso al Portale Inps avviene con il proprio PIN dispositivo, all’interno del servizio “Richiesta di visite mediche di controllo”.

Maggiori dettagli sulle visite di controllo e la nuova funzionalità sono disponibili sul sito inps.it

fonte: inps comunicazione 1270