Inps

INPS: Pensione Militari no al PA04

Definitivo abbandono del documento certificativo rilasciato dalle amministrazioni pubbliche.

L’inps ha reso noto con la circolare 26/2019 che utilizzerà solo il metodo di liquidazione delle pensioni previsto con il SIN2 anche per il personale del Comparto Difesa e Sicurezza; quindi da 1° aprile 2019 sarà abbandonato il modello PA04 per il calcolo della pensione.

Proponiamo un estratto del seguente articolo la cui completezza può essere letta seguendo il link indicato a fine pagina.

Come noto con l’assorbimento dell’Inpdap l’Istituto ha avviato un programma di progressiva omogeneizzazione delle modalità operative e gestionali di liquidazione delle pensioni dei dipendenti pubblici, che al momento è rivolto al personale iscritto alla Cassa dei trattamenti pensionistici dello Stato (CTPS), per il quale è stato intrapreso il passaggio alla nuova procedura pensioni SIN2.

Leggi anche:  Pensione, il blocco del contratto non deve rientrare nel calcolo

Tale innovazione prevede il definitivo superamento dell’utilizzo del modello PA04 o di ogni altra analoga certificazione precedentemente utilizzata dai datori di lavoro in occasione del collocamento a riposo del dipendente.

La nuova procedura di liquidazione delle pensioni:

Partendo dalla banca dati delle posizioni assicurative, alimentata automaticamente dalle informazioni certificate dalle amministrazioni pubbliche che pervengono in Istituto attraverso i flussi Uniemens–ListaPosPa, realizza l’interdipendenza tra la posizione giuridico-retributiva e contributiva degli iscritti e la gestione delle prestazioni pensionistiche. Senza quindi più il tramite dell’amministrazione pubblica, come avvenuto sino ad ora.

Sino allo scorso anno le nuove modalità di liquidazione dei trattamenti pensionistici hanno interessato tutti i dipendenti civili delle amministrazioni dello Stato; mentre, con riferimento al personale militare del Comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico, la nuova procedura ha riguardato soltanto il personale dell’Arma dei Carabinieri e il personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Leggi anche:  La Corte dei Conti riconosce l'articolo 54 ai militari

Successivamente la procedura è stata estesa anche al personale della Polizia di Stato per i trattamenti di pensione con decorrenza dal 1° gennaio 2019.

Ebbene il documento informa che anche con riferimento al restante personale del comparto che cesserà dal servizio con decorrenza 1° aprile 2019, ossia per il personale dell’Esercito, Marina, Aeronautica, Guardia di Finanza e Polizia Penitenziaria, l’Istituto procederà all’utilizzo della nuova procedura per la liquidazione dei trattamenti pensionistici.

Pertanto, a decorrere dalla predetta data, anche per il suddetto personale la liquidazione dei trattamenti pensionistici avverrà sulla base delle informazioni contenute nel conto assicurativo dell’iscritto, superando definitivamente l’utilizzo del modello PA04.

Leggi anche:  TFR e TFS pagamento differito in 24 mesi

Leggi Tutto su pensionioggi.it

Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari

Facebook

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma [tu] hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Politica della Privacy