fbpx
112, il Numero unico di Emergenza Europea

Numero di Emergenza Unico Europeo, Sito e App

Il “NUE” 112 numero unico di emergenza , da oggi ha anche un sito web dedicato.

Di recente in tutta Europa si è celebrato “l’European 112 day”, la giornata dedicata al “NEU” numero unico di emergenza. Il numero unico in Italia è stato introdotto definitivamente con la legge Madia, Legge delega numero 124 del 7 agosto 2015 .

Il modello organizzativo del Nue 112, composto da un’unica Centrale di riferimento nella quale vengono canalizzate tutte le chiamate di emergenza. Poi da queste chiamate vengono effettuate le richiedeste di intervento per Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Vigili del Fuoco o il Soccorso Sanitario.

All’interno di questa Centrale, ci sono operatori, appositamente formati, per gestire una prima risposta alla chiamata, e successivamente smistarla agli Enti responsabili della gestione delle emergenze.

Oggi il Servizio è attivo in:

  • Friuli Venezia Giulia
  • Lazio (prefisso 06)
  • Liguria
  • Lombardia
  • Piemonte
  • Sicilia Orientale
  • Valle d’Aosta
  • Province Autonome di Trento e Bolzano.

Tutte le nuove centrali operative indicate sul sito nuovo sito 112; per sapere se sono state attivate altre CUR consultare la pagina le centrali uniche di risposta.

Nelle regioni dove non sono presenti le centrali CUR, le chiamate vengono gestite dalle Centrali operative dell’Arma dei Carabinieri.

In occasione dell’European 112 day, è stata riproposta l’iniziativa “Open day Cur”; che ha previsto l’apertura delle Cur , Centrali Uniche di Risposta,  ai cittadini, dando così la possibilità di far conoscere da vicino come funziona il Numero Unico di Emergenza (NUE) 1 1 2, attraverso l’attività degli operatori impegnati in prima linea.

Leggi anche:  Sicurezza, l'Italia ricerca nuovi 007.

Con l’evento European 112 Day, è stato anche presentato il nuovo sito 112.gov.it. Il sito è semplice ed intuitivo. Offre moltissime risorse per comprendere i servizi di emergenza.

Vediamo alcuni dettagli utili:

Dicevamo inizialmente, che il servizio NUE 112 è stato resto disponibile con la legge Madia, e dopo un periodo sperimentale, si prevede che su tutto il territorio nazionale siano istituite centrali operative CUR, realizzate in ogni regione.

Il funzionamento del Servizio assicura una gestione integrata e coordinata; consente, con il filtraggio delle chiamate, ad esempio: quelle effettuate per errore, per informazioni o per altro; così ché gli enti di soccorso si dedichino esclusivamente alle emergenze reali.

Quindi, verso le Centrali Uniche di Risposta (CUR), confluiscono tutte le chiamate di soccorso; poi vengono trasferite all’Ente preposto alla gestione della specifica emergenza: Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Vigili del Fuoco, Emergenza Sanitaria.

Come funzione il servizio?

In caso di emergenza, si compone l’112 e la telefonata arriva ad una centrale di risposta, dove il numero del chiamante è visualizzato; su mappa geografica invece, individuato il punto dal quale è partita la chiamata.

In passato esistevano differenti numeri in base al tipo di emergenza (113, 112, 115 e 118); con il nuovo sistema qualunque numero nazionale di emergenza si chiami, la telefonata viene ricevuta sempre da una Centrale Unica di Risposta.

Leggi anche:  Iliad: l'operatore che rivoluziona le tariffe telefoniche

Schema delle chiamate 112 curIl numero di chi chiama è sempre visibile all’operatore anche se si utilizza il servizio di “ID Privato”(funzione della rete telefonica di override). Per le chiamate provenienti da telefono fisso viene visualizzato il punto dove si trova il telefono.

Per le chiamate provenienti da telefono cellulare viene visualizzata anche l’area di copertura della cella telefonica. La chiamata viene inoltrata alla Centrale operativa competente per la tipologia di emergenza.

Sistema CUR Italiano esempio per l’Europa

I Centri Unici di Risposta sono pensati e strutturati per offrire il miglior servizio possibile, a tal proposito molti paesi del nord Europa pur di migliorare i loro centri hanno visitato uno dei centri italiani.

Come la Danimarca, che ha inviato una delegazione ed ha visitato il centro di Salluzzo. per un confronto sull’organizzazione e sulle procedure adottate dalla Centrale, secondo il Disciplinare Tecnico Operativo nazionale.
I colleghi danesi operano su una popolazione di circa 6 milioni di abitanti e contano su un numero di chiamate giornaliere inferiore a quello registrato dalla Centrale cuneese.

Non solo il sito, anche un APP!

Oltre al nuovo sito web, dove è possibile trovare moltissime informazioni sul nuovo servizio 112, esiste anche un’app: Where ARE U;  disponibile per dispositivi con ios, android e windows.

Dopo aver scaricato l’app sul proprio dispositivo, alla prima apertura è necessario effettuare la registrazione e successiva configurazione, inserendo il proprio numero di telefono cellulare; poi completare con i propri dati. Per completare il processo è possibile anche effettuare una chiamata di prova con l’aiuto del sito demo.

Leggi anche:  I Droni militari protagonisti nelle guerre del futuro
In case of emergency

L’Applicazione consente anche di aggiungere i numeri delle persone care da avvertire in casi di emergenza, questi numeri sono definiti con l’acronimo di “ICE” ovvero In Case of Emergency. In questo modo, se capita un incidente, la centrale può avvertire i vostri cari in breve tempo.

Come funzione l’applicazione:

L’App consente di effettuare una chiamata di emergenza con l’invio automatico all’operatore della Centrale Unica di Risposta dei dati relativi alla localizzazione del chiamante ricavati dal sistema di posizionamento GPS del telefono.

Potete utilizzare l’App anche se non siete in condizione di parlare, semplicemente selezionando il tipo di soccorso di cui avete bisogno: l’operatore riceverà la “chiamata muta” con le indicazioni del soccorso richiesto.

Se vi trovate in una zona dove non c’è copertura della rete dati, la vostra localizzazione viene trasmessa alla CUR tramite SMS (Short Message Service).

I dati di localizzazione vengono utilizzati solamente per la gestione della richiesta di emergenza.

L’App consente l’accesso al servizio anche a persone sordomute.

Fonte (anche immagini): difesa.it, 112.gov.it, where are u

Se avete correzioni, suggerimenti o volete richiedere la rimozione di elementi presenti in questa pagina, scrivete a: il blog dei militari